Rilanciamo il brand della capitale: #wakeupRoma

Noi, che crediamo che Roma abbia tutte le carte in regola per essere una metropoli globale e un hub per il business, l’imprenditoria e l’innovazione, ci impegniamo quotidianamente per valorizzare questo territorio attraverso l’acceleratore LUISS ENLABS e investendo in startup con LVenture Group. Per questo abbiamo deciso di non rassegnarci davanti al degrado che minaccia il brand della città.

Abbiamo avuto la fortuna di incontrare la Vice-Presidente di Retake Roma a un evento HITalk. Retake è un’associazione di volontari che riqualificano gli spazi pubblici delle proprie città e abbiamo deciso di affiancarci a questa realtà per dare vita a #wakeupRoma, con l’obiettivo di contribuire, nel nostro piccolo, a creare una cittadinanza più cosciente, partecipativa e collaborativa così da dare un messaggio, partendo dal basso, a chi ha il potere di fare più dei singoli cittadini.

Abbiamo “accelerato” Retake Roma come fosse una startup. L’abbiamo portata all’interno del mondo dell’innovazione, dove dalla contaminazione tra idee, tecnologia e business nasce sempre qualcosa di buono. Speravamo fin da subito che rimboccandoci le maniche avremmo lanciato un messaggio positivo convincendo altri a unirsi a noi… E avevamo ragione! #wakeupRoma oggi coinvolge, al fianco delle nostre startup, moltissimi partner, istituzioni e corporate, oltre a migliaia di persone.

La startup Bulsara Adv ha curato la comunicazione dell’evento; Verticomics, app che consente di leggere i migliori fumetti in formato digitale verticale, ha realizzato un concorso per fumettisti da cui sono nate le immagini nelle campagne promozionali che avete visto in tutta la città, in spazi concessi da Clear Channel, Grandi Stazioni e Roma Servizi per la Mobilità; Whoosnap, app che permette agli utenti di richiedere e certificare foto di un luogo specifico o di un evento in tempo reale, ha raccolto immagini della Roma che ci piace attraverso il contest “Dona una foto per Roma” e il quotidiano Metro ha pubblicato le migliori; grazie alla piattaforma WindForFund è stata realizzata una campagna di crowdfunding, con ricompense donate dalle startup wineOwine, Filo e Rebello insieme a A.S. Roma, FAI, Hard Rock Caffè e Roma Servizi per la Mobilità; altri, come Tutored e le startup che hanno partecipato all’iniziativa “Startup per Roma”, lanciata insieme a StartupItalia!, hanno usato le proprie competenze in ambito di marketing online per diffondere la notizia di questa iniziativa coinvolgendo le proprie community di utenti.

#wakeupRoma è la prova che le startup possono fare qualcosa per “curare” il mondo al di là dei propri ambiti di competenza specifica. Nel campo in cui operiamo, infatti, quelli che per gli altri sono problemi si trasformano in opportunità e un problema come il degrado urbano nella città in cui viviamo è diventata un’opportunità per aggregare tante grandi aziende e tante startup nel portare avanti un progetto comune creando un network a supporto della città.

Vedere così tante persone, dai ragazzi più giovani ai dirigenti delle grandi aziende, impegnate in un’iniziativa come questa mi riempie di buone speranze e mi ricorda che c’è una forma di resilienza che nasce spontaneamente in contrasto con il degrado e il vandalismo urbano. #wakeupRoma ha dimostrando che Roma non è rassegnata, ma è viva e piena di energia e può tornare a essere un “brand vincente” e un terreno fertile per il business, per le idee innovative e la nascita di nuovi progetti. Per farla tornare a splendere dobbiamo utilizzare la più grande forza di questa città e di questo paese: il potere della comunità!

Per tutti questi motivi vi aspetto domani dalle 9 alle 13 a Piazza Vittorio, Villa Paganini, Porta Maggiore o Piazza Anco Marzio a Ostia.Capture

Milano e Roma, le tappe del nostro Investor Day

Quest’anno portiamo l’Investor Day sia Milano che a Roma per offrire maggiori opportunità di incontro tra gli investitori e le cinque startup che hanno preso parte all’ultimo programma di accelerazione di LUISS ENLABS: Snapback, Spotonway, Thingarage, WineOwine e Zenfeed.
Il primo incontro sarà domani 14 maggio alle ore 14 a Milano, all’interno della Conference del nostro partner U-Start. La registrazione all’Investor Day è gratuita tramite il ticket “LUISS ENLABS_Investor Day” ed è possibile seguire la diretta video in streaming e il live su Twitter ‪#‎investnow‬

A Roma replicheremo l’evento il 21 maggio alle 18, nella nostra sede in Via Giovanni Giolitti 34. Oltre a incontrare le startup del programma di accelerazione, l’evento sarà anche l’occasione per scoprire la nuova edizione di StartupBoot Camp Tel-Aviv, iniziativa promossa dall’Ambasciata Israeliana. In palio, per le startup, la partecipazione a sei giorni di formazione nel contesto del Digital Life Design Tel Aviv Innovation Festival 2014.

Caro presidente Obama,

anche questa volta siamo arrivati un attimo prima. Infatti lo scorso 2 dicembre 2013 abbiamo lanciato il progetto Do!Lab, la scuola per imparare a ‘codare’ (a sviluppare software) in seno a LUISS ENLABS. Quindi puoi solo immaginare come a noi di LUISS ENLABS ci abbia fatto piacere apprendere che ieri hai lanciato l’iniziativa Hour for Code pensata per accelerare il processo di formazione delle nuove generazioni verso le nuove tecnologie.

Ci è anche piaciuto il discorso che hai fatto per presentare l’iniziativa e in particolare il passaggio in cui sottolinei come se l’America desidera conservare il suo primato deve fare in modo che i suoi giovani siano in grado di governare gli strumenti e le tecnologie che stanno cambiando il  modo in cui facciamo praticamente ogni cosa.

Questa enfasi è per noi fonte di ispirazione perché dimostra come la lungimiranza e l’importanza della formazione sono fondamentali per costruire un futuro capace di generare valore e opportunità.

La nostra scuola Do!Lab fa proprio questo a partire dal 24 gennaio 2014 quando partirà il primo corso, le iscrizioni sono già aperte.